Tramonti, sabato 2 febbraio la premiazione del Concorso “Il Presepe della tradizione”

Si svolgerà sabato 2 febbraio alle 16, nell’Aula Consiliare del Comune di
Tramonti, la premiazione del Concorso dei Presepi, giunto ormai alla
sedicesima edizione, evento promosso e fortemente voluto
dall’Amministrazione Giordano ma soprattutto atteso dai numerosi maestri (e dilettanti) presepisti che si impegnano ogni anno nella realizzazione del
simbolo cristiano del Natale.
Ospite della premiazione, quest’anno, Pino Aprea, presidente
dell’Associazione Italiana Amici del Presepe (sede di Napoli), nonché
conosciutissimo scultore di pastori stile ‘700 Napoletano che vanta
partecipazioni a importanti mostre presepiali nazionali e internazionali. Anche
quest’anno l’azienda di Angri D’Amora Cioccolato creerà per l’occasione uno
speciale presepe edibile in cioccolato, frutto di una lavorazione tradizionale,
per deliziare grandi e piccini. Presenti anche quest’anno i ragazzi del Centro
Girasole della cooperativa GEA di Corsano, che saranno coinvolti nello
svolgimento della premiazione, portando gioia e calore ad una serata dal
sapore ancora natalizio.
Diventato un appuntamento fisso per i mastri presepisti, l’evento ormai si è
affermato nel panorama regionale diventando una tappa immancabile per tutti
gli appassionati: il livello cresce anno dopo anno, soprattutto nella categoria
“parrocchie”, in cui si sperimentano tecniche sempre più innovative, partendo
dalla tradizione del classico nido familiare della grotta di Betlemme fino alle
ricostruzioni degli scorci della Divina Costa Amalfitana. Difficile è stato, infatti,
il lavoro di valutazione della giuria – composta da Don Nicola Mammato,
dall’appassionato Venturino Landi, dalla maestra d’arte Loredana Cioffi e
dai maestri presepisti Renato Uccella, Simone Civale, Salvatore
Anastasio, Giuseppe D’Atri, Carlo Del Pizzo, Oris Viggiano, Andrea
Macchiarola, supportati dai rappresentanti del Servizio Civile del Comune di Tramonti – che ha dovuto considerare anche i più minuscoli dettagli per
decretare i vincitori.
Anche quest’anno, infatti, i partecipanti hanno dimostrato tutte le loro
competenze, frutto di un grande miglioramento che non si limita alla tecnica, ma che si basa anche sull’accurata scelta dei materiali, riuscendo ad unire nella scenografia e nella rappresentazione della natività tradizione e innovazione; un plauso particolare va ai bambini, sempre più partecipi, che hanno reso la categoria Under 14 un laboratorio di idee e di ingegno, e in alcuni casi hanno anche partecipato alla realizzazione dei presepi parrocchiali. È iniziato a gennaio il lavoro della commissione, che ha visitato le case e le parrocchie per visionare i presepi e compilare le schede di valutazione: un viaggio attraverso le composizioni artistiche dei tramontani che si concluderà il giorno della premiazione, con la proiezione di un video dei presepi partecipanti, che permetterà a tutti di visionare le opere in gara, e la consegna delle pergamene ai vincitori e degli attestati di partecipazione.
«Abbiamo assistito a un innalzamento generico della tecnica di realizzazione in tutte le categorie: i partecipanti hanno seguito con impegno i consigli che la giuria ha riservato loro negli anni precedenti, dando sfoggio di crescita e capacità creativa. Anche quest’anno l’ospitalità dei tramontani si è confermata salda: i partecipanti hanno espresso il calore del Natale accogliendo la commissione itinerante in maniera impeccabile», ha dichiarato l’Assessore al Turismo Vincenzo Savino.
«La grande partecipazione anche a questa edizione – ha aggiunto l’Assessore agli Eventi Assunta Siani – ha dimostrato l’entusiasmo di Tramonti nell’aderire a questo momento di creazione, che simboleggia la
devozione dei tramontani, così legati a un rito che non è solo dimostrazione di bravura ma anche momento di unione della famiglia. Quest’anno abbiamo voluto estendere il concorso anche all’illuminazione istituendo la categoria “Angoli di luce”, alla quale spero parteciperanno sempre più persone nelle prossime edizioni».

Related posts