TAR ordina: a Cava il Ostetricia e Ginecologia (e Radiologia) va riaperto

Il Tar di Salerno conferma il decreto cautelare che aveva comportato la sospensione della delibera dell’ex Direttore Generale dell’AOU “San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona”, Vincenzo Viggiani, del Reparto di Ostetricia e Ginecologia di Cava de’ Tirreni. Udienza di merito fissata il prossimo 9 novembre. Questa è la notizia che arriva dal Tribunale Amministrativo, e che comporta l’immediata notifica, per altro già avvenuta, alle varie amministrazioni per l’immediata riapertura del reparto di Ostetricia e Ginecologia nonchè la funzionalità H24 di radiologia. Gli atti contestati e su cui si è pronunciato ieri il Giudice amministrativo sono quelli firmati dall’ex Direttore Generale Vincenzo Viggiani e non quelli prodotti però dal Commissario Cantone nel nuovo Atto Aziendale di qualche settimana fa e che prevede il rilancio di endocrinologia chirurgica, il potenziamento per l’attività di traumatologica ortopedica, attività chirurgia generale, rianimazione e medicina generale, cardiologia con UTIC e vari altri reparti. Nell’atto aziendale non vi è alcuna menzione di Ostetricia e Ginecologia se non in riferimento al Ruggi di Salerno. Insomma ci sarà molto da chiarire e da comprendere, anche politicamente, le prossime mosse delle amministrazioni e sigle sindacali coinvolti.

Le interviste ai Comitati cittadini riunitisi stamane davanti a Palazzo di Città.

Related posts