Cava de’ Tirreni: Aurelio Pèrez Jiménez alle Celebrazioni della Giornata della lingua greca

La Società Filellenica Italiana quest’anno celebra la Giornata Mondiale della Lingua Greca con una serie di incontri pubblici, cui parteciperà il prof. Aurelio Pèrez Jiménez, Docente di Filologia Greca presso l’Università di Malaga. Il primo appuntamento è previsto a Cava de’ Tirreni il prossimo 7 febbraio alle ore 10,30 presso il Liceo Classico “Marco Galdi”. Sarà anche l’occasione per commemorare il Prof. Italo Gallo, Ordinario di Letteratura greca nell’Università di Salerno, già Preside del Liceo ospitante, di recente scomparso. Dopo i saluti delle professoresse Maria Alfano e Raffaela Luciano, Dirigenti scolastiche rispettivamente del Liceo “De Filippis-Galdi” e dell’IIS “Filangieri”, e del Presidente della Società Filoellenica italiana, Professor Marco Galdi, introdurrà i…

Read More

Sarno, Notte Bianca al liceo classico tra musica e Grecia

Nell’iniziativa nazionale della Notta Bianca del Liceo Classico per promuovere l’offerta formativa ed incrementare le iscrizioni che sono ovunque in calo, il Tito Lucrezio Caro di Sarno fa eccezione e si difende bene con tre corsi completi Notte bianca del liceo classico anche a Sarno ieri. Aperte le porte in una serata che ha visto le aule cariche di attività e curiosità. Una iniziativa nazionale per promuovere la vocazione del liceo classico ad essere luogo di formazione e crescita come punto di incontro tra tradizione, storia e culture antiche fino all’innovazione ed all’informatizzazione. Il Tito Lucrezio Caro di Sarno con letture classiche, rappresentazioni teatrali, canti, musiche, degustazioni. Una aula con…

Read More

Sequestrati dalla Gdf reperti archeologici in una villa di Castellabate, due denunciati

San Marco di Castellabate. I finanzieri della Compagnia della Guardia di Finanza di Agropoli hanno individuato e sottoposto a sequestro d’iniziativa 5 anfore più altri frammenti di terracotta, unitamente ad un’ancora in ferro, detenute illecitamente in una villa privata. Dai primi rilievi tecnici eseguiti dagli esperti, sembrano essere anfore da trasporto databili tra il III secolo a.C. ed il II sec. d.C.. Nella circostanza, sono stati deferiti alla Procura della Repubblica di Vallo della Lucania due coniugi 56enni, non residenti nel Comune di Castellabate, che dovranno rispondere del reato di impossessamento illecito di beni culturali appartenenti allo Stato, mentre i reperti sequestrati saranno trasferiti presso il Museo Archeologico di Paestum.

Read More