Salerno – Blitz antidroga, 10 in manette

Associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti e psicotrope: questa l’accusa nei confronti di 10 persone arrestate questa mattina dalla Squadra Mobile di Salerno, delegata dalla Direzione Distrettuale Antimafia. 6 in carcere e 4 ai domiciliari per aver spacciato eroina nel centro storico di Salerno e nel quartiere di Matierno.
L’organizzazione criminale si riforniva nel napoletano, tra Varcaturo e Giugliano per poi rivendere la droga nel capoluogo. Nel corso delle indagini, a cui si sono affiancate diverse perquisizioni, è stato sequestrato anche un cospicuo numero di dosi di eroina. Il promotore dell’associazione a delinquere era Roberto Esposito la cui ordinanza è stata notificata in carcere perchè già detenuto. Quest’ultimo aveva allacciato importanti contatti per le forniture di tale sostanze stupefacenti con i membri di un clan di origine africana già indagati nell’ambito di altri procedimenti penali. Stando all’esito delle indagini le reali intenzioni del gruppo criminale erano quelle di riattivare il mercato dello spaccio dell’eroina nella città di Salerno, la cui gestione negli ultimi anni era stata lasciata perlopiù a cittadini provenienti dall’hinterland napoletano.
Riflettori puntati, intanto, sulla commercializzazione di una nuova tipologia di ecstay – rinvenuta durante le operazioni di sequestro – composta da una particolare molecola di sintesi pericolosa per i giovani assuntori. A preoccupare, dunque, il procuratore Corrado Lembo che questa mattina ha incontrato la stampa è – non solo il ritorno del mercato di spaccio nel territorio salernitano – ma anche le nuove modalità di diffusione e il coinvolgimento di spacciatori esterni al territorio.
“Dobbiamo tener conto di tutti questi fattori in una serie di indagini che devono avvenire nel modo più tempestivo possibile – ha detto Lembo -. Perchè sulla rapidità delle operazioni si gioca l’efficacia dell’azione giudiziaria”.

 

Related posts