Ruggi: i primi pancreas artificiali ibridi

Vita più facile per i pazienti diabetici acuti presi in cura all’AOU San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona di Salerno. Presso la Clinica di Endocrinologia e Diabetologia, a 12 pazienti diabetici adulti, sono stati applicati i primi  dispositivi definiti “pancreas artificiali ibridi”, costituiti da più sistemi che sono in grado di “mimare” la regolazione dei livelli glicemici così come svolta da un pancreas sano.

Il device è composto da un sensore per il monitoraggio continuo della glicemia, una pompa per l’infusione sottocutanea di insulina  

Il sistema ibrido installato sui pazienti, è in grado di modulare in maniera automatica il rilascio di insulina nel periodo interprandiale e notturno sulla base dei livelli glicemici mentre è ancora necessario l’intervento del paziente per stabilire la dose di insulina necessaria ai pasti calcolata in base ai carboidrati assunti.

Il “pancreas ibrido” è una di quelle importanti innovazioni che attraverso un sistema pratico e personalizzato riesce a facilitare la gestione quotidiana, limitare il carico psicologico correlato alla patologia e rendere il rapporto con la malattia molto più sereno.

Related posts