Rifiuti agricoli, novità sullo smaltimento

Importante provvedimento a favore delle imprese agricole esonerate dalla presentazione della dichiarazione dei rifiuti pericolosi (MUD), già assolta con la corretta compilazione e conservazione dei dati dei formulari di trasporto. Ad annunciarlo Coldiretti Campania, che considera la norma uno sgravio burocratico importante per le aziende agricole e un provvedimento all’insegna della semplificazione. Il ministero dell’Ambiente, rispondendo a un quesito di Coldiretti, ha confermato l’interpretazione della Confederazione su una norma del cosiddetto Collegato ambientale, entrato in vigore il 2 febbraio scorso. In vista della scadenza prevista per la presentazione del Mud 2016, Coldiretti ha chiesto al Ministero di chiarire con precisione l’ambito di applicazione della disposizione di semplificazione, precisando se l’esonero dall’invio del Mud si applichi a partire dall’anno in corso (e, quindi, con riferimento al Mud 2016, in scadenza il 30 aprile, riferito ai rifiuti prodotti nell’anno 2015), oppure si applichi a partire dal Mud 2017 (riferito ai rifiuti prodotti nel 2016), considerato che la norma è entrata in vigore nel mese di febbraio 2016. Il Ministero ha precisato l’immediata applicabilità della disciplina, già a partire dal Mud in scadenza il 30 aprile 2016 che, pertanto, potrà essere sostituito con la tenuta ordinata della contabilità, anche con il supporto delle associazioni di categoria.

Related posts