Restano sospesi i lavori di dragaggio del Fiume Sarno. Indetto tavolo d’urgenza

Restano sospesi i lavori di dragaggio avviati con procedimento di somma urgenza, senza le dovute autorizzazioni dell’Ente Parco. E’ in corso proprio in queste ore un tavolo tecnico convocato in tutta fretta presso la sede del Genio Civile di Salerno. Una riunione d’urgenza , alla presenza di tutti gli enti competenti e dei sindaci dei vari comuni interessati dagli interventi sulle tre sorgenti del Fiume Sarno soggette a esondazioni, per capire come procedere. E’ stato lapidario il presidente dell’Ente Parco, Massimiliano Mercede al quale spetta, in zona di riserva integrale, l’autorizzazione ultima che è parere vincolante e che in questo caso non c’è stata. “Si cerca sempre di scavalcare questo Ente nonostante la piena disponibilità a collaborare. Tra l’altro da mesi abbiamo autorizzato gli interventi ordinari di taglio della vegetazione, che però non sono stati fatti. Adesso il dragaggio è sospeso in attesa di verificare se vi siano o meno violazioni e reati in materia ambientale. L’area in questione è vincolata da norme di salvaguardia che sta a me far rispettare, questa è la legge, ma qui si cerca di fare sempre diversamente”.
E’ intervenuto anche il sindaco di Sarno, Giuseppe Canfora. “La situazione preoccupante ci ha indotto a ritenere necessario l’avvio di interventi di somma urgenza. Chiedo la massima collaborazione istituzionale perché qui si tratta di tutelare e salvaguardare la vita delle persone”.
Sulla vicenda c’è l’attenzione della magistratura.

Related posts