PROSEGUE L’ATTIVITA’ DI CONTRASTO AL CONTRABBANDO DI TABACCHI

Le Fiamme Gialle avellinesi proseguono il contrasto al fenomeno del contrabbando di tabacchi lavorati esteri lungo le arterie che collegano la Campania e la Puglia, che ha fatto nuovamente

diventare l’Irpinia un “fondamentale” snodo, come alla fine degli anni ’90.

I militari della Sezione Mobile del Nucleo Polizia Economico-Finanziaria di Avellino, nel corso

dei quotidiani servizi anticontrabbando disposti dal sovraordinato Comando Provinciale, a

seguito del controllo di un autoveicolo “intercettato” lungo l’Autostrada, nel cui bagagliaio

venivano rinvenuti e sottoposti a sequestro 50 chili di sigarette di contrabbando, avviavano

ulteriori indagini, finalizzate a ricostruire l’intera “filiera” dei tabacchi.

All’esito delle attività i Finanzieri irpini riuscivano ad individuare due depositi di stoccaggio

all’ingrosso” di sigarette di contrabbando, siti nel comune di Brusciano ed a Napoli. Nella

tra i generi sequestrati, oltre ai noti marchi presenti nelle tabaccherie MARLBORO,

ROTHMANS e CHESTERFIELD, sono state rinvenute anche le cosiddette “cheap white”

MARK-1, MARVEL, REGINA, MARBLE, prodotti da fumo fabbricati legalmente ed a costi

bassissimi nei paesi dell’Europa dell’Est e del Medio Oriente, dove i marchi sono regolarmente registrati

Al termine delle attività sono stati complessivamente denunciati a piede libero alle diverse

Autorità Giudiziarie competenti cinque soggetti di nazionalità italiana e sono stati sequestrati,

oltre ai 427 chili di tabacchi di contrabbando, due autoveicoli e somme di denaro frutto

dell’attività illecita.

Related posts