Geoportale della Provincia di Salerno, giovedì la presentazione

Giovedì 31 marzo, alle ore 9,00, nell’Auditorium del Grand Hotel Salerno, verrà presentato il nuovo Sistema Informativo Territoriale e Geoportale della Provincia di Salerno, con un seminario formativo rivolto agli Enti Locali e ai professionisti del settore. Alla presenza del Presidente Giuseppe Canfora, tecnici, esperti e amministratori saranno i protagonisti di una mattinata di formazione sul nuovo strumento digitale, fondamerntale per la conoscenza e il governo del territorio salernitano. Per un Ente di coordinamento e gestione del territorio come l’amministrazione provinciale, il sistema informativo territoriale riveste un’importanza capitale visto che essa si trova a gestire, per i suoi fini istituzionali, quasi esclusivamente informazioni georeferenziate. Il SIT della Provincia di Salerno viene pensato come la parte più rilevante del sistema informativo dell’Ente, integrato con gli altri sistemi, i cui contenuti sono resi disponibili attraverso il Geoportale. Su quest’ultimo è già realizzato un servizio per la presentazione, on-line, dell’autorizzazione unica ambientale e si stanno predisponendo altri servizi da offrire ad Enti e cittadinanza.Sulla base di apposita convenzione sottoscritta con l’Agenzia del Territorio, è disponibile la cartografia catastale, aggiornata mensilmente, di tutto il territorio provinciale comprensiva, per gli utenti autorizzati, dei dati censuari. In queste settimane la Provincia di Salerno è impegnata a costruire il catasto delle strade provinciali (inteso come l’insieme dei dati strutturali, funzionali e amministrativi) destinato a diventare:
● elemento fondamentale per la gestione degli interventi manutentivi, da attuare non più secondo la logica della manutenzione “a posteriori” ma secondo quella della manutenzione “programmata”;
● indispensabile strumento di analisi propedeutico alla progettazione, che attraverso la correlazione delle informazioni relative agli eventi stradali incidentalità, traffico medio giornaliero), agli elementi fisici (caratteristiche geometriche, manufatti, segnaletica, arredo) e alla gestione amministrativa
(concessioni, occupazioni di suolo pubblico e pubblicità, ordinanze, trasporti eccezionali) aiuti la governance nel definire le scelte. Non va dimenticato il censimento delle “buche” commissionato all’Arechi Multiservizi (società in house) e partito in questi giorni, che dovrebbe garantire una gestione migliore dei sinistri stradali e delle loro conseguenze sul bilancio dell’Ente.

Related posts