Festa Patronale, la replica di Bastolla

Festa Patronale della Madonna dell’Olmo a Cava: arriva la replica dell’assessore alle attività produttive Bastolla al consigliere comunale Di Matteo

All’indomani della preoccupazione espressa dal consigliere comunale di Amiamo Cava, Massimiliano Di Matteo, sulle modalità di assegnazione degli stalli delle bancarelle lungo il borgo porticato, in vista della festa patronale della Madonna dell’Olmo, da Palazzo di Città arrivano alcune precisazioni. In particolar modo, l’assessore alle attività produttive Enrico Bastolla, ha spiegato i motivi per i quali quest’anno non è stato emanato un apposito bando, così come avvenuto in passato.

Tra questi, fanno sapere dall’assessorato, le prescrizioni in materia di manifestazioni a carattere religioso, storico, culturale, previste dall’art. 9 del Regolamento “Centro storico” e che prevedevano l’emanazione di un bando del SUAP, entro il mese di aprile, per l’allocazione delle bancarelle, sono state ampiamente superate dal Regolamento che disciplina il commercio sulle aree pubbliche, approvato dal consiglio comunale lo scorso dicembre.
Recependo quindi, le direttive impartite dalle normative regionali, per il nuovo regolamento il bando è superato, dal momento che viene dato mandato alla giunta comunale di deliberare ed istituire le aree destinate alle fiere.

festa patronaleSecondo quanto sostiene Bastolla, inoltre, il Suap sarebbe impossibilitato ad emettere un nuovo bando, dal momento che il territorio cavese non è più lo stesso del 2011 per applicare il medesimo regolamento.
Per questo motivo, il Suap ha ammesso a partecipare tutti gli operatori commerciali in possesso di autorizzazione al commercio ambulante su aree pubbliche di tipo A e B, il cui termine di presentazione scadeva il 10 agosto, con esclusione di quelle pervenute fuori termine. Ora, entro il 30 agosto, da Palazzo di Città sarà emessa la graduatoria relativa alla concessione del posteggio ai partecipanti che si sono collocati in posizione utile. Successivamente, il Comando di Polizia locale provvederà alla segnatura dei posteggi e dirigerà le operazioni di sistemazione degli operatori assegnati. A disciplinare il tutto sarà una apposita delibera di Giunta, che prenderà atto di tutte le situazioni finora non regolamentate.
Come i cavesi sicuramente ricorderanno, l’organizzazione della Festa della Madonna dell’Olmo, ed in particolar modo la gestione delle bancarelle, già negli anni scorsi è stata il banco di prova, talvolta nefasto, per alcuni degli assessori che si sono succeduti nelle passate amministrazioni.

Related posts