Festa finale per il primo corso per volontari organizzato dall’Associazione Libera – Mente

Si è tenuto ieri pomeriggio, a Cava de’ Tirreni, la manifestazione finale del primo corso di formazione teorico-pratico per volontari impegnati in attività socio-assistenziali per diversamente abili presso l’Orto della Speranza dell’Unità Operativa Salute Mentale di Cava de’ Tirreni e Costa d’Amalfi. Il corso è stato organizzato dall’Associazione Libera-Mente e sostenuto dal CSV Sodalis di Salerno nell’ambito dei Map 2015. Le attività formative sono state tenute, gratuitamente, dai docenti: Fabio Fraiese, Alfredo Bisogno ed Edmondo Malandrino. I corsisti, ben 30, hanno partecipato in gran numero acquisendo nozioni e conoscenze utili ad un approccio con il mondo delle diverse abilità, rompendo anche schemi mentali e barriere sul tema delle disabilità. Presenti il vescovo Monsignor Orazio Soricelli, l’assessore Enrico Polichetti, Paola Landi, presidente dell’Amministrazione comunale dei servizi sociali e Autilia Avagliano. Durante il pomeriggio i ragazzi di Libera – mente si sono esibiti nel canto con il brano “Ci vuole un fiore” di Sergio Endrigo e nella marcia turca, utilizzando gli strumenti artigianali da loro realizzati. L’associazione ha come obiettivo primario di far vivere ai ragazzi una vita serena nonostante le loro problematiche. Far crescere il loro gusto alla creatività, al ballo, alla musica, al canto e cosi per migliorare il loro futuro e dargli una autonomia “Libera-Mente accetta tutti è senz’altro un bene per la comunità e costituisce per i ragazzi un punto d’incontro, di socializzazione e di crescita” commenta il presidente dell’associazione Salvatore Salierno.

Related posts