Cavese: vittoria a Scordia, i metelliani dominano e D’Anna decide

È subito riscatto per la Cavese di mister Longo che a Scordia si rifà della falsa partenza contro il Gragano. In terra catanese i metelliani si fanno bastare il minimo sindacale per la vittoria firmata da D’Anna nel silenzio surreale del “Beninati”, rimasto vuoto di tifosi – sia ospiti che locali – per l’inagibilità degli spalti. Un impegno tutto sommato senza troppi grattacapi per la Cavese che si impone fin da subito grazie all’intesa tra Tedesco e D’Anna, difesa impeccabile e blindata inoltre tant’è che Conti si è appena sporcato i guantoni.
Avvio di studio per entrambe le formazioni ma il forcing metelliano non si fa attendere: al 27’ la prima, clamorosa, occasione da rete con Del Sorbo che – solo col portiere – non inquadra lo specchio della porta. Al 32’ e al 34’ la Cavese confeziona altre due nitide palle gol. Ancora Del Sorbo becca il palo e dopo, a portiere superato, è l’intervento di Manforte a salvare la rete. Il vantaggio arriva però solo alla fine del primo tempo: al 46’ Tedesco alza la testa e vede il movimento di D’Anna, assist perfetto e l’ex Monopoli, tutto solo, non sbaglia, correndo ad esultare verso la panchina.
Nella ripresa lo Scordia non reagisce e continua a subire il gioco controllato e aggressivo della Cavese. È sempre D’Anna al 59’ a sfiorare di testa il raddoppio sul cross di Tedesco, che però si stampa sul palo. Gli scordesi – dal canto loro – sono andati vicini al pareggio solo nell’occasione della punizione battuta da D’Agosta al 72’.
Primi tre punti d’oro insomma per i biancoblù. Tanto basta al momento per riprendersi e la strada, indubbiamente, è quella giusta.

Related posts